Tria, vittima o carnefice?

Quando i nostri quotidiani difendono così assiduamente un tecnico c’è da diffidarne molto: