I veri dati dietro l’attacco al dl Dignità

E’ il Fatto Quotidiano a spiegare la “notizia del giorno”:

  1. Non sarà il 30% di tutte le imprese a non rinnovare i contratti a termine a fine anno ma il 30% delle imprese che hanno risposto a Federmeccanica”. Infatti, tra le imprese affiliate che hanno risposto a Federmeccanica, il 37%  ha dichiarato che trasformerà i contratti precari in rapporti stabili, il 33% non ha ancora deciso e il 30% non li rinnoverà.
  2. Il problema è però limitato: nell’industria i lavoratori già stabili (che non rischiano quindi nulla) sono il 98%.
  3. A luglio L’Inps aveva stimato che a perdere il lavoro sarebbe stato il 10% dei dipendenti in scadenza (8mila su 80 mila), quindi un effetto definito “trascurabile” dallo stesso presidente Tito Boeri.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *