La commissione costi-benefici per il TAV non esiste? “La bufala è targata PD”

Non lascia scampo il comunicato del M5s-Piemonte: “Gariglio blatera e i giornali si bevono tutto senza nemmeno controllare. E’ Arrivata ora la smentita del Ministero. Sono tutte balle targate PD.

Il parlamentare piemontese Davide Gariglio del PD aveva appena dichiarato che “Fino ad oggi, non c’è stata alcuna Commissione per l’analisi costi benefici delle grandi opere di rilievo nazionale, TAV Torino-Lione compresa. Toninelli aveva annunciato che la Commissione avrebbe terminato i propri lavori entro novembre, ma ad oggi non sono nemmeno ancora iniziati.  Le nomine sono ancora PRIVE DI EFFICACIA, perché la Corte dei Conti ha sollevato rilievi e solo oggi, ultimo giorno utile, il Ministero ha trasmesso alla Corte la documentazione richiesta. Quindi, fino ad oggi, non c’è stata alcuna Commissione”.

In realtà la questione è ben diversa. La spiega bene il comunicato del Ministero dei Trasporti: “Non è vero che la commissione non si sia mai insediata e che non abbia iniziato il suo lavoro. Il controllo della magistratura contabile, al pari di altre tipologie di controllo, come ad esempio la promulgazione, integra un atto che è in sé già perfetto e compiuto. E che, superato il controllo, viene validato retroattivamente. Quando si dice, dunque, che un atto di nomina è ancora sottoposto a controllo, non si può affatto sostenere che esso sia privo di una provvisoria efficacia, ma solo che non è stato ancora validato in via definitiva. Sostenere il contrario, come si legge in articoli di stampa strumentali e non accurati, equivarrebbe assurdamente ad affermare che tutti gli amministratori pubblici, le cui nomine sono al vaglio della Corte dei Conti, stiano agendo da ‘fuorilegge’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *